Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Servizi ai cittadini

SPORTELLO UNICO PER L’EDILIZIA

Scheda: MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE EDILIZIE (VALIDO FINO AL 13 OTTOBRE 2017 - DAL 16 OTTOBRE 2017 E' ATTIVO LO SPORTELLO UNICO DIGITALE PER L'EDILIZIA SECONDO LE PROCEDURE INDICATE NELL'AVVISO SOTTO  RIPORTATO NELLA SEZIONE ALLEGATI) - ACCESSO DIRETTO ALLO: SPORTELLO UNICO DIGITALE EDILIZIA

Tutte le pratiche da presentare allo sportello unico per l’edilizia che prevedono la presenza di professionista abilitato, devono essere presentate dal medesimo tramite Posta Elettronica Certificata all’indirizzo oulx@postemailcertificata.it  Tutta la documentazione dovrà essere firmata digitalmente dal professionista ed accompagnata da delega (modello) del richiedente/titolare della pratica a favore del professionista per la sottoscrizione digitale e presentazione della pratica (la delega dovrà essere riferita e sottoscritta da tutti i titolari/richiedenti associati alla singola pratica ed in caso di variante a precedente pratica è necessario allegare nuova delega).

Successivamente alla presentazione tramite PEC dovrà essere consegnata allo Sportello unico per l’edilizia una copia cartacea originale di tutta la documentazione trasmessa via PEC, unitamente a dichiarazione del Professionista attestante la conformità della copia cartacea a quanto trasmesso via PEC (la dichiarazione sopra menzionata dovrà essere altresì trasmessa via PEC con sottoscrizione digitale, unitamente alla presentazione della pratica).

Per le istanze di permesso edilizio dovranno essere depositate n. 2 copie cartacee della documentazione progettuale, per DIA/SCIA/CILA è sufficiente il deposito di n. 1 copia, fatta salva la presentazione di ulteriore copia in caso di richiesta autorizzazione paesaggistica.

MODALITA’ DI TRASMISSIONE DEI DOCUMENTI TELEMATICI

Sottoscrizione digitale (di documentazione in origine cartacea)

La procura vale quale delega allo svolgimento delle seguenti operazioni da parte del diretto interessato o del delegato (intermediario):

1) scansione in formato PDF/A della documentazione cartacea debitamente sottoscritta dagli aventi titolo (la documentazione cartacea dovrà contenere la firma autografa di tutti gli interessati, titolari, preposti, altri professionisti ecc... Detti soggetti non devono allegare procura speciale).

2) sottoscrizione digitale dei file derivanti dalla scansione. La sottoscrizione digitale vale quale dichiarazione di conformità all'originale della documentazione scansionata. Il firmatario ha l'obbligo di conservare la documentazione cartacea originaria per successivi controlli indicando nella procura speciale il luogo di deposito della stessa.

Colui che, in qualità di procuratore, sottoscrive con firma digitale la copia informatica dei documenti, consapevole delle responsabilità penali di cui all’articolo 76 del medesimo D.P.R. 445/2000 per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, dichiara ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000 di agire in qualità di procuratore speciale in rappresentanza del soggetto o dei soggetti che hanno apposto la propria firma autografa nella procura; che le copie informatiche degli eventuali documenti non notarili e/o contenenti dichiarazioni presenti nella modulistica destinata al Comune allegati alla identificata pratica corrispondono ai documenti consegnatigli dal/i soggetti obbligati/legittimati per l’espletamento degli adempimenti di cui alla sopra citata pratica.

In caso di utilizzo di documentazione in origine elettronica

La documentazione già in formato elettronico dovrà essere firmata digitalmente dall'interessato a cui si riferisce la documentazione (es. in caso di planimetria dal tecnico incaricato, in caso di atto notarile dal notaio ecc.....). Se la documentazione non è sottoscritta digitalmente dovrà essere stampata e sottoscritta in modo autografo applicando le procedure sopra descritte.

In caso di altre firme non titolari della pratica

Se è necessario apporre più firme sullo stesso documento (es. impresa esecutrice, impiantista, direttore sanitario), oppure allegare documentazione a firma di terzi, si segnala che è possibile apporre sullo stesso file più firme digitali oppure, in alternativa, acquisire il documento con firma olografa (scritta di proprio pugno sul documento), scannerizzarlo e apporre, da parte del titolare o del procuratore, la firma digitale sul file. In questo caso la firma digitate costituisce dichiarazione che quanto inviato è conforme all’originale conservato dal firmatario telematico; oppure, in subordine (qualora risultasse difficoltosa la soluzione di cui sopra, ad es. scannerizzare elaborati grafici) presentare, da parte dei soggetti firmatari diversi da quello che appone la firma digitale, una procura speciale alla firma ed all'invio telematico al soggetto che firma l’intera pratica (es: la firma dell’impresa costruttrice o del direttore lavori da apporre obbligatoriamente sulle tavole grafiche dei progetti in variante, dovrà essere sostituita dalla procura unica, unitamente al titolare, al soggetto in possesso di firma digitale).

Caratteristiche documenti informatici allegati alle PEC

I file digitali trasmessi dovranno essere in formato stabile, completo, leggibile, non modificabile, privo di codici eseguibili, macro istruzioni, link, per cui verranno accettati i seguenti formati: PDF (preferibile perchè di maggior diffusione e leggibilità), TIFF, TIF, JPG, XML. Non verranno accettati documenti trasmessi in formati diversi. La singola PEC (comprensiva di tutti gli allegati), non dovrà superare la dimensione complessiva di 1 GB.

Ufficio di competenza:Area Tecnica
Allegati: AVVISO ATTIVAZIONE PORTALE EDILIZA